Ricette BIO

PIEROGI AI FUNGHI E RICOTTA BIO

Travel food blogger Lorenzo Biagiarelli

Ingredienti

300 gr di farina 0 BIO

150 ml di acqua calda

50 gr di burro BIO a temperatura ambiente

Un pizzico di sale

300 gr funghi champignon BIO

2 spicchi d’aglio BIO in camicia

Un cucchiaio di prezzemolo BIO tritato

50 ml di vino bianco BIO

100 gr di ricotta BIO

3 cucchiai di parmigiano reggiano BIO grattugiato

Olio Evo BIO

Sale e pepe

Per guarnire:

Rondelle di cipolla rossa BIO saltata

Yogurt greco BIO

Scarica il PDF

Procedimento

Impastate farina, acqua, burro e sale fino a ottenere un composto liscio ed omogeneo, un po’ meno sodo della pasta all’uovo. Avvolgetelo con la pellicola e lasciatelo riposare in frigo una mezz’oretta.

In una padella calda con un filo d’olio d’oliva e aglio in camicia fate soffriggere i funghi, aggiungete sale e pepe, dopo un paio di minuti sfumate col vino bianco e lasciate asciugare i liquidi, aggiungendo alla fine il prezzemolo. Frullate i funghi ancora caldi con un mini-pimer, amalgamandoli quindi con ricotta, parmigiano, un pizzico di sale e pepe nero. Trasferite in un sac a poche e lasciate in frigo a raffreddare.

Estraete dal frigo la pasta e stenderla con mattarello e farina, con lo spessore di due mm, quindi ritagliate delle lunghe strisce larghe circa 10 cm. Disponete il ripieno con il sac a poche in piccole noci distanziate tre cm l’una dall’altra, vicino a uno dei due bordi, quindi ripiegate il bordo su se stesso, fate uscire bene l’aria con le dita, sigillate il fondo con una rotella da cucina e poi con la stessa separate i ravioli (un video su ‘come realizzare i ravioli del plin’ vi aiuterà più di queste parole). Lessateli in acqua salata finché verranno a galla, quindi scolateli, asciugateli bene e fateli soffriggere da tutti i lati in una larga padella con olio Evo caldo.

Guarnite con yogurt greco e qualche rondella di cipolla rossa appena saltata.

“L’impatto con Varsavia non è stato dei più confortevoli. Pioggia battente, il freddo da passamontagna e una distesa a perdita d’occhio di architettura post-comunista. Poi in realtà Varsavia è una città con un centro storico delizioso e giardini reali e un castello veramente imponente. Bella, colorata, moderna, e soprattutto Pierogi. Questi burrosi ravioli ripieni di qualsiasi cosa danno una dipendenza serissima, perchè sono soffici e croccanti allo stesso tempo, visto che dopo la lessatura vanno passati in padella finchè non compaia una crosticina dorata. Un ripieno di funghi e ricotta, entrambi bio, è una stupenda variante autunnale che non farà rimpiangere i migliori Pierogi di tutta la Polonia!” (Lorenzo Biagiarelli)

Questa ricetta è stata realizzata da Lorenzo Biagiarelli 

Torna indietro
Progetto di promozione "NutriBio: Mangiare Consapevolmente" realizzato da Orizzonte Campagna in ambito della Misura 3, Operazione 3.2.01 - P.S.R. 2014-2020 - cofinanziato dall'Unione Europea
per approfondimenti
Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi